Barboncino: carattere e storia

Il barboncino, o barbone, è un cane di taglia medio con una testa rotonda e occhi marroni, o neri, di forma ovale e distanti tra loro. Le orecchie sono lunghe e piatte e la coda è sempre rivolta verso l’alto. Il pelo può essere a filo o riccio e può essere di tanti colori.

Le origini del barboncino sono controverse: alcuni ritengono che la razza sia nata in Germania e altri sostengono che sia disceso dal Barbet , un cane francese, e potrebbe essere stato incrociato con il cane da acqua ungherese.

Storia del barboncino

C’è qualche controversia sulle origini del barboncino. Alcuni ritengono che la razza sia nata in Germania come Pudelhund (una combinazione della frase “schizzare intorno” come omaggio all’amore della razza per l’ acqua e la parola tedesca per “cane”), e altri sostengono che sia disceso dal Barbet , un cane francese, e potrebbe essere stato incrociato con il cane d’acqua ungherese.

La varietà francese è stata nominata chien canard o caniche per ricordare le sue doti di cacciatore anatra, e in effetti, il barboncino è il cane più amato in Francia. Tuttavia, l’antica varietà tedesca della razza è in gran parte responsabile del barboncino che conosciamo e amiamo oggi, ed è presente in tre diverse misure: barboncino standard, barbone miniatura e barboncino toy.

L’arte antica raffigura il barboncino sulla terraferma europea già nei secoli XV e XVI . Fu molto popolare nella Spagna del XVIII secolo, è presente nei quadri dell’artista spagnolo Francisco Goya, e come animale domestico preferito dei reali francesi durante la stessa epoca.

Barboncino: carattere e caratteristiche

Grazie alla sua superiore intelligenza e capacità di allenamento, il barboncino è stata utilizzato per diversi scopi nel corso della storia. È stato usato come cane da caccia per l’acqua, cane guida, cane da guardia, cane da compagnia e persino come artista circense. L’altezza al garrese è di 45-60 cm ma varia a seconda del tipo: il barboncino toy misura al garrese dai 24 ai 30 cm e quello nano dai 28 ai 35.

I barboncini sono tra le razze canine più allenabili. Sono attivi con un aspetto e un movimento aggraziato. Anche se sono meno energici degli altri cani, i barboncini richiedono un allenamento costante e coerente e un regolare esercizio fisico per frenare i comportamenti indesiderati. Sono sensibili ai toni della voce e non rispondono bene alla dura disciplina.

Questa razza amichevole non ama la solitudine, può soffrire di ansia da separazione e non dovrebbe mai essere ospitata in canile o costretta a vivere all’aperto. I barboncini standard sono perfetti con i bambini e vanno d’accordo con altri cani. Hanno un carattere allegro, vivace, gli piace stare all’aria aperta e socializzare. Molto intelligente e furbo, obbedisce solo ai comandi che gli sembrano sensati.

La durata della vita del barboncino va dai 10 ai 18 anni e il suo prezzo varia dai 500 ai 1200 euro.